«

»

Stampa Articolo

Prima mobilità in Turchia per dieci studenti della scuola media

GALLERIA FOTOGRAFICA

 

La seconda parte del progetto Erasmus-plus K229 I learn science with Robots si è conclusa per dieci studenti e cinque insegnanti dell’I.C.S. L. da Vinci, che dal 15 al 21 settembre 2019 sono partiti con destinazione Nigde, in Turchia, paese ospitante di questa bellissima esperienza. La settimana di soggiorno si è svolta all’insegna dello scambio culturale presso l’Istituto Akesemseddin Bilim ve Sanat Merkesi ed è stata coordinata dai proff. Osman Hoca e Maria Vittoria Maldonato. Durante la permanenza, gli alunni italiani e turchi hanno socializzato ed interagito instaurando sin dal primo incontro, rapporti amichevoli che hanno favorito una collaborazione intensa e proficua. Per i docenti, trattandosi della seconda mobilità è stato emozionante ritrovarsi di nuovo insieme, soprattutto se si considera che i mesi che hanno preceduto la trasferta sono stati caratterizzati da una serie di attività realizzate e condivise sia sulla piattaforma e-twinning che sulla google class-room, che hanno consentito un ulteriore interscambio di competenze e buone pratiche che hanno suggellato e consolidato i rapporti già cordiali e affettuosi. La lingua utilizzata per comunicare è stata quella inglese, ciò ha incoraggiato tutti i ragazzi a misurare in campo le loro abilità linguistiche.

Tutte le giornate sono state scandite da workshop preventivamente programmati. Gli studenti hanno lavorato e partecipato con grande entusiasmo poiché la metodologia utilizzata dagli insegnanti Ertugrul Ozar e Cuneyt Akyol è stata di tipo laboratoriale e volta a rendere gli stessi protagonisti del processo di insegnamento-apprendimento attraverso esperimenti di rilevazione di basicità e acidità del pH, competizioni di coding con Lego Mindstorms, progettazione grafica in 3D e realizzazione di prodotti disegnati in digitale con il software TinkerCAD e la formazione di gruppi di lavoro con l’obiettivo di trovare soluzioni mediante la condivisione dei saperi, avvalendosi della strategia del learning by doing, cooperative learning e tutoring. Ogni giorno gli alunni sono stati invitati ad annotare, riassumere e condividere impressioni e pensieri in una sorta di diario di bordo digitale, Penzu. Durante il soggiorno sono stati visitati due stabilimenti del luogo al fine di osservare da vicino il lavoro compiuto dal robot Kuka e la facoltà di Ingegneria, dove è stato possibile seguire una lezione appositamente preparata da un docente di matematica del dipartimento di meccatronica, che ha mostrato la funzionalità del robot visto in fabbrica e dell’umanoide Nao. A fare da cornice a questa splendida avventura istruttiva e formativa, le due giornate dedicate all’esplorazione delle meraviglie paesaggistiche che la Cappadocia offre: i camini delle fate, il museo all’aperto di Goreme, il canyon di Ihlara, le moschee e il panorama mozzafiato della Rose Valley. Tangibile e forte l’emozione percepita al momento dei saluti, durante la consegna degli attestati; non è facile trovare le parole giuste per raccontare e trasmettere le sensazioni provate durante tutta la settimana. Il bagaglio di esperienze vissute difficilmente sarà dimenticato poiché, per tutti, è stata un’occasione unica di aggregazione e di conoscenza di una cultura differente ma per certi aspetti simile alla nostra. Sicuramente i nostri alunni sono diventati più consapevoli e aperti nei confronti di popoli e civiltà diverse, hanno dimostrato grande capacità di adattamento e hanno saputo apprezzare i diversi usi e costumi. Arrivederci al terzo ed ultimo step che si concluderà in primavera, con lo spostamento dei partners turchi nella nostra scuola.

Permalink link a questo articolo: http://www.vincimascalucia.gov.it/prima-mobilita-in-turchia-per-dieci-studenti-della-scuola-media/