«

»

Stampa Articolo

Le giovani sentinelle della legalità

Giorno 28 Marzo 2019 i ragazzi e le ragazze delle classi prima D e prima C della nostra scuola con le rispettive insegnanti Prof.sse A.Bruno, D.Falcone, I.Franzone (referente della Legalità), D.Pace, R.Seminara, G.Torrisi e la Dirigente Scolastica Prof.ssa Lucia Roccaro, assieme a Sig. S.Tamborrino e Sig. C.Petrina dell’Associazione antimafia Antonino Caponnetto, sono stati accolti nella Sala Consiliare del Comune di Mascalucia dal Sindaco Enzo Magra e dagli assessori V. D’Angelo e A.Cardì.
Da qualche mese a questa parte gli studenti delle due classi sono diventati “Giovani sentinelle della Legalità” e, come tantissime altre scuole della nostra Italia, si sono occupati di segnalare ciò che nel nostro Comune è in stato di degrado. L’amministrazione comunale ha deciso di incontrare i 40 studenti della nostra scuola insieme ad altri della scuola “Federico II di Svevia” nell’ambito dell’iniziativa portata avanti dall’associazione. Questa nata nel 2009 su input dell’organismo, che porta il nome del giudice antimafia “A. Caponnetto”, propone progetti di educazione alla Legalità ed alla cittadinanza attiva per rendere i giovani custodi dei valori e diventare “cittadini a pieno titolo”.

Link articolo livesicilia.it

Si è trattato di un confronto, una “assemblea partecipata” molto utile e costruttiva sulla cultura della legalità e sulla cittadinanza. E’ stata ascoltata la voce e le proposte dei nostri ragazzi che hanno dimostrato di essere protagonisti attivi, consapevoli e custodi delle regole fondamentali della nostra Costituzione e della comunità civile.
Le “Giovani Sentinelle” hanno deciso di chiedere di migliorare ciò che nel nostro Comune è stato da sempre “una macchia verde tra il nero e grigio dei palazzi che la circondano”: il Parco Trinità Manenti.
Le nostre sentinelle si erano recate con le prof.sse al Parco per vedere con i propri occhi lo stato di degrado in cui si trovava, per fotografare e testimoniare con un video davanti al Sindaco ciò che avevano visto.
Gli alunni hanno chiesto che il parco sia messo in sicurezza, perché attualmente vi sono fili elettrici scoperti, ragazzi vandali che distruggono l’ambiente e fanno del male ai visitatori del parco e tanto altro. I ragazzi hanno sollecitato una maggiore vigilanza, una maggiore cura degli spazi verdi, una sistemazione di tutto ciò che è rotto, un miglioramento di tutto l’ambiente, compreso il parco-giochi.
I ragazzi, assieme alla Prof.ssa Bruno, hanno creato sia un cartellone sia una panchina a forma di libro che esprime tutto il progetto “Salviamo Parco Trinità Manenti : voglio poter leggere un libro sotto un albero” Proprio con questo spirito hanno poi proposto di inserire panchine per leggere con tranquillità un libro, magari sotto un albero o un gazebo naturale e in tal modo un domani, speriamo non tanto lontano, avviare circoli di lettura e passare pomeriggi sereni e tranquilli. Essendo delle “sentinelle” che pensano anche al rispetto della natura, hanno chiesto lampioni con pannelli solari, giochi in plastica riciclata, cassonetti per la raccolta differenziata.
Per le Giovani Sentinelle della Legalità è stato molto emozionante incontrarsi con il Sindaco, essere ricevute dal Primo Cittadino ed essere ascoltate dal lui. Potergli suggerire cosa e come intervenire ha reso i nostri alunni dei protagonisti attivi sulle decisioni riguardanti il nostro Comune.
Il progetto dell’associazione Antonino Caponnetto, che in tutta Italia coinvolge decine di scuole e centinaia di studenti, prevede altri due incontri: uno a livello provinciale e uno a livello regionale a cui i ragazzi saranno onorati di partecipare.

Permalink link a questo articolo: http://www.vincimascalucia.gov.it/le-giovani-sentinelle-della-legalita/